Storia

Suor Semplice nacque a Castrovillari il 16 luglio 1873. I suoi genitori erano di umili origini: la madre Agnese Filomia di Castrovillari era casalinga, mentre il padre, Giorgio Berardi, era un bravo e noto sarto di Oriolo Calabro. Un giorno i genitori di Suor Semplice, novelli sposi, si recarono in visita al Monastero delle Pentite di Castrovillari dove conobbero una suora cieca e paralitica la quale, con illuminanti e profetiche parole disse: "Sposina cara, questa prima angioletta che verrà al mondo ti nascerà Santa". Alla bimba che nacque fu dato il nome di Maria Domenica, ma da tutti, affettuosamente, veniva chiamata Mariuccia. Ella crebbe con gli insegnamenti religiosi dei genitori e conoscendo sin dalla più tenera il timore di Dio. Crebbe Mariuccia e mostrava ,con la sua giovinezza, una serena e soave bellezza, nonché un particolare fascino,frutto di grazia e di virtù. Quando un avvenente capitano di fanteria, di stanza presso il Distretto Militare di Castrovillari, fu attratto dalla sua grazia, la risposta della giovane fu chiara e sincera: "Il mio sposo mi ha già scelta, io sono innamorata di lui e voglio legarmi a lui per tutta la vita. Egli si chiama Gesù".

Un processo di canonizzazione per tre persone

Via libera della conferenza episcopale calabra al processo di canonizzazione di tre eminenti figure cattoliche diocesane.
Il «sì» dei vescovi calabresi alla richiesta, avanzata formalmente dal Pastore della Chiesa cassanese, monsignor Vincenzo Bertolone, di poter avviare le procedure per l'elevazione agli altari di suor Semplice Maria Berardi, don Carlo De Cardona e monsignor Raffaele Barbieri è arrivato nei giorni scorsi, in coda ai lavori Cec, riunitasi ad Isola Capo Rizzuto.

Per richiesta di materiale e relazioni di Grazie, rivolgersi al seguente indirizzo:
Associazione di Volontariato "Suor Semplice Berardi "
Via Roma, 11 87012 Castrovillari (Cs) Cell. 338-2891990
Per aiuti all'Associazione il C/C postale è: 26136937